Questa moneta da 50 centesimi con la barca ti fa diventare ricco: trovane una per navigare nell’oro

CONTINUA A LEGGERE

Il concetto di monete di valore è estremamente ampio anche se il termine moneta in ambito puramente numismatico fa riferimento ad un generale tipo di affermazione relativo ad uno studio generico di qualsiasi valuta. Ma anche una moneta apparentemente comunissima, come la seguente che ritrae una barca, può essere assolutamente ricca di valore vero e proprio, addirittura alcuni sono riusciti a venderne un esemplare molto particolare.

    No feed items found.

L’Unone Europea ha oramai da da diversi anni la propria valuta unica, l’euro, che viene utilizzata da 27 nazioni al giorno d’oggi in maniera ufficiale (20 sono le cosiddette principali) per un totale di circa 360 milioni di persone o poco meno, che sono unificati nell’utilizzo di una valuta che a dispetto delle criticitĂ  piĂą o meno naturali evidenziate nelle primissime fasi dello sviluppo dell’emissione anche dal punto di vista politico e culturale oggi indica una forma di valuta che assolve in maniera comunque effetitiva la funzione.

Tutte le monete sono conosciute hanno una delle “facce” comuni ossia condivise da tutte le nazioni, mentre l’altra è diversa da paese a paese, e spesso tra le meno apprezzate in ambito collezionistico ci sono quelle dei centesimi di euro, valuta che nello specifico è stata coniata in vari tagli, la moneta da 50 centesimi menzionata in una versione di un paese specifico come Cipro è sicuramente tra le meno conosciute (data la ridotta estensione) ma altresì proprio da queste monete spesso si ottengono dei “Piccoli tesori” , come il caso per l’appunto per la moneta da 50 centesimi con la barca.

50 centesimi barca
I 50 centesimi con la Nave di Kyrenia, uno dei piĂą famosi reperti archeologici ritrovati del periodo classico in senso assoluto

La barca non è ovviamente una “casuale”, in quanto fa riferimento alla nave di Kyrenia, un famossissimo reperto archeologo corrispondente ad una nave mercantile greca del IV secolo a.C. nota per essere stata utilizzata durante il periodo di Alessandro il Grande ed i propri successori, che dopo diversi anni affondò proprio nei pressi della cittĂ  di  Kyrenia, a Cipro, ritrovata numerosi secoli dopo, negli anni 60° del 20° secolo e oggi custodita nell museo della cittĂ . Data l’importanza del ritrovamento storico, la barca è stata ovviamente ritratta sulla moneta in questione, che risulta essere evidente durante la navigazione con delle onde che portano l’effetto del movimento dell’imparcazione, con i nomi in turco ed in greco dell’isola di Cipro (ΚΥΠΡΟΣ, l’anno di coniatura) KIBRIS. Quanto vale? Una moneta di questo tipo “tradizionale” vale fino a 3 euro se in eccellente stato, coniata dal 2008 in poi (Cipro fa ricorso all’euro proprio dal 2008). Alcuni hanno trovato emissioni che sono corrispondenti ad un errore di conio probabile, ossia la presenza dell’anno 2007, che come detto non corrisponde a qualcosa di possibile in quanto l’isola fa ricorso fisicamente all’euro dall’anno successivo.

Questo ha portato queste rarissime monete ad essere molto ricercate anche se ne esistono probabilmente pochissimi esemplari, non esiste una forma di categorizzazione di prezzo: i possessori di monete con l’anno 2007 sono state vendute in alcuni casi anche per oltre il migliaio di euro, anche se come specificato è una forma di valutazione dettata dal venditore e non per forza attinente alla realtĂ .

Leggi anche